Siena Online (www.sienaonline.it)

SIENA Attrazioni turistiche - Cappella di Piazza


Ai piedi della Torre del Mangia – sporgente rispetto al profilo del Palazzo Pubblico – si trova la Cappella di Piazza, in marmo, eretta dai Senesi come ringraziamento per la fine dell’epidemia di peste che colpì la città nel 1348 (la cosiddetta peste nera), a causa della quale la popolazione si era ridotta a meno di 16.000 abitanti.

Siena - Cappella di Piazza
Siena - Cappella di Piazza


I lavori per la Cappella iniziarono nel 1325 su disegno di Domenico d’Agostino, ma venne compiuta nel 1376 da Giovanni di Cecco in forme gotiche. I pilastri d’angolo furono più volte ricostruiti assumendo la loro forma attuale nel 1376.

Un secolo dopo, allo scultore Antonio Federighi nel 1463-68 venne affidata la decorazione del coronamento, caratterizzata da arcate rinascimentali, sostituendo così la semplice tettoia che vi poggiava. Le statue, poste nelle nicchie ai pilastri sono di mediocre fattura, realizzate probabilmente nel tardo Trecento (di cui s’ignora l’autore).

L’affresco posto sopra l’altare – molto deteriorato – fu dipinto tra il 1537 e il 1539 da Giovanni Antonio Bazzi detto il Sodoma (trasferitosi a Siena nel 1501).

La cancellata in ferro battuto che cinge la Cappella, è di Conte di Lello Orlandi, i plutei posti sopra sono del secolo XIV, tranne i due anteriori che sono rifatti.

Un ampio portone accanto alla Cappella introduce al cortile del Podestà, un ambiente tetro ma nello stesso tempo suggestivo che risale al 1325 e dal cui interno si scorgono eleganti trifore con una bellissima inquadratura della Torre. Da qui e precisamente dal portale di destra – presso il quale su di una colonna di granito è la Lupa senese, in stagno dorato, di Giovanni e Lorenzo di Turino del 1430 – si accede al Museo Civico ospitato all’interno del Palazzo Pubblico, sede anche del Comune.




Siena Online © Copyright 2005-2021 by SCG Business Consultig Sas di Giacomelli E. & C. (www.scgconsulting.com)