Siena Online (www.sienaonline.it)

SIENA cosa Vedere & Fare - San Casciano dei Bagni


San Casciano dei Bagni sorge a 582 m. sopra il livello del mare, è una piccola località in provincia di Siena di circa 2000 abitanti, comprende le frazioni di Celle sul Rigo e Palazzone, il territorio è definito da zone boschive e collinari, circondato dai Monti Cetona, Amiata e Radicofani.

Le antiche sorgenti termali di San Casciano hanno sempre avuto grande importanza fin dal tempo degli Etruschi, sfruttate successivamente anche dai Romani, come testimoniano i numerosi ritrovamenti in loco (quali la Lapide di Triaria, moglie dell’Imperatore Vitellio) e famose con il nome di "Fontes Clusinae", termine con il quale il grande poeta Virgilio le menzionava nelle sue opere, alludendo alle proprietà terapeutiche delle acque.

Il bacino idrotermale di San Casciano dei Bagni ha un estensione di circa 300 ha., le acque termali sono classificate come acque ipertermali, solfate, calciche e magnesiche, sgorgano da 42 sorgenti ad una temperatura di circa 40°C., creano piccole e suggestive cascate di grande attrazione per i turisti.

L’attività termale si caratterizza per la presenza di un piccolo stabilimento, gestito in parte dal Comune di San Casciano e in parte dalla società Italterme (responsabile anche della gestione e amministrazione delle Terme di Saturnia), c’è però interesse a realizzare nella zona altri stabilimenti e nuovi alberghi (evitando però di deturpare l’ambiente naturale), per sfruttare meglio e correttamente tutte le sorgenti d’acqua e poter così ospitare un maggior numero di turisti.

Le acque termali di San Casciano,sono particolarmente indicate per la Fangoterapia (fanghi naturali e non rigenerati, perché prelevati direttamente alla sorgente), la Fangobalneoterapia, i massaggi e le inalazioni. La fangoterapia è consigliata per cure dermatologiche, estetiche ed irrigazioni vaginali, la fangobalneoterapia è consigliata per curare malattie reumatiche, mentre le inalazioni permettono di curare le patologie delle vie aeree come riniti, sinusiti, faringiti, adenoiditi, tonsilliti, laringiti, bronchiti croniche e tracheo bronchiti.

La località di San Casciano è anche molto apprezzata per i diversi monumenti ed opere architettoniche presenti, uno degli edifici di maggiore interesse è la Chiesa di Sant’Antonio, divenuta nel 1500 sede dell’omonima Confraternita, mentre il monumento più antico è un Tempietto Pagano, costruito nel V secolo; in piazza Matteotti si trova invece il Castello Turrito, costruito nel 1911, circondato da un grande giardino, al centro del paese è posta la Chiesa della SS. Concezione, fondata dai Cappuccini nel 1579, mentre tra gli edifici pubblici si distingue per la sua inconfondibile Torre, il Palazzo Lombardi.




Siena Online © Copyright 2005-2019 by SCG Business Consultig Sas di Giacomelli E. & C. (www.scgconsulting.com)