Il nostro network: Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi
Domenica 24 Settembre 2017
Italiano English

Chianciano Terme

Email this page | Printable
Chianciano Terme, è una piccola cittadina di origine etrusca, situata tra le verdi colline toscane, nella parte meridionale della provincia di Siena tra la Val d’Orcia e la Val di Chiana, a pochi passi dall’Umbria. Secondo alcuni storici, Chianciano anticamente era nota con il nome Clancianum "di qua dalla Chiana", risalgono invece al XII secolo le prime documentazioni scritte in cui appare il nome di "Chianciano" : nel 1171 in un atto di donazione, nel 1230 in un documento nel quale la località viene definita "Comune".

Siena Online Chianciano Terme - Centro Storico
Chianciano Terme - Centro Storico

Nel Medioevo Chianciano Terme per un lungo periodo, venne sottomessa dai Conti Rimbotti-Manenti (1230-1280), poi cacciati per aver ridotto il paese in uno stato di povertà.

Nel 1287 divenne un libero Comune, la città venne divisa in tre Terzieri: il Terziero dei borghesi rappresentato dai mercanti e imprenditori; il Terziero dei Militi o Cavalieri e il Terziero dei Pedoni ossia gli artigiani i contadini e i servi. Nel corso del XV e XVI secolo, Chianciano conobbe ancora momenti difficili: i contrasti con Montepulciano, una nuova epidemia di peste nel 1476 dopo quella del 1348, successivamente venne conquistata dai fiorentini e ricostruita sotto il dominio di Cosimo I dé Medici.

Nel XVII secolo grazie ad uno scritto dell’idrologo Andrea Baccio, la città di Chianciano venne rivalutata per la preziosità delle sue acque curative, si edificarono i primi stabilimenti termali e da questo momento la storia di Chianciano sarà connessa con le vicende delle Terme.

Oggi è una delle principali località termali d’Europa, caratterizzata da un clima mite, si presenta immersa nel verde dei parchi di antiche ville e dei giardini di modernissimi alberghi, attrezzati per accogliere ogni anno un numero sempre più vasto di turisti, che scelgono questo tipo di vacanza alternativa per rigenerare e recuperare non solo la forma fisica ma anche quella psichica.

Chianciano con le sue sorgenti Santa, Fucoli e Sillene rappresenta una realtà termale unica: l’Acqua Santa sgorga dalla sorgente ad una temperatura di 33°C, è indicata nella cura dei disordini funzionali epatobiliari, nelle infiammazioni croniche della colecisti e migliora la funzione digestiva; l’Acqua Fucoli sgorga dalla sorgente ad una temperatura di 16,5°C, è indicata per regolarizzare la motilità intestinale, attivare la diuresi ed esercita un azione anti-infiammatoria sulla mucosa gastroduodenale; l’Acqua Sillene il cui nome deriverebbe secondo alcuni dal dio etrusco Sethlas, da altri da Silla, sgorga dalla sorgente ad una temperatura di 38,5°C è principalmente indicata per fangoterapia della regione epatica e nella balneoterapia carbogassosa. Altra sorgente presente nel territorio di Chianciano Terme è quella di Sant’Elena, che sgorga ad una temperatura di 13°C, è indicata nella cura delle malattie del rene e nelle affezioni dell’apparato gastrointestinale, aumenta la diuresi e facilità le funzioni digestive.

Da Chianciano Terme attraverso Viale della Libertà, si raggiunge Chianciano paese che sorge entro le mura, oltrepassata Porta Rivellini si può ammirare la mole del Castello dei Conti Manenti conosciuto con il nome di "Monastero", mentre in fondo alla via si trova la Torre dell’Orologio dalla quale si può osservare un panorama suggestivo, caratterizzato dalle vette innevate dei monti Cetona e Amiata. Passata la Torre si raggiunge la piazza principale del paese, Piazza Matteotti, qui ha la sua sede l’Associazione Geo-Archeologica. Negli ultimi anni per garantire un migliore collegamento tra la città vecchia e la città termale, si sono realizzati vari lavori urbanistici, al fine di mantenere una continuità tra due realtà distinte ma accomunate da storia e arte.

 

All'inizio

  Informazioni generali
Siena nell’Antichità 
Siena nel Rinascimento 
Siena nel Medioevo 

  Muoversi in città
Mappa della città 
Autobus 

  Muoversi fuori città
Autobus 
Aeroporto 
Treni 

  Dove dormire
Hotel a Siena e dintorni 
Bed & Breakfasts 
Residenze Storiche 
Agriturismi e Country House 
Residence, Appartamenti 

  OFFERTE & LAST MINUTE
Centro Prenotazioni Siena 
Last minute Siena 

  Dove mangiare e bere
Discoteche 
Ristoranti 
Pub & Wine Bar 

  Istruzione, formazione
Università per Stranieri di Siena 
Università degli Studi 

  Arte e monumenti
Il Duomo – La cattedrale dell’Assunta 
Palazzo Piccolomini e delle Papesse 
Palazzo Chigi-Saracini 
Palazzo d’Elci degli Alessi 
Loggia della Mercanzia  
Palazzo Sansedoni 
Fonte Gaia 
Palazzo Chigi-Zondadari 
La Certosa di Pontignano 
Il borgo di Sovicille 
Il Castello di Belcaro 
Forte di Santa Barbara o Fortezza Medicea 
Il Castello delle Quattro Torri 
La Montagnola Senese 

  Arte e religione
Il Santuario Cateriniano 
Basilica dell’Osservanza 
Oratorio di San Bernardino 
Chiesa di San Francesco 
Santa Caterina da Siena [Caterina Benincasa] 
Il Santuario Cateriniano 
Chiesa di S. Agostino 
La Chiesa di S. Niccolò al Carmine 

  Musei e gallerie
La Pinacoteca Nazionale 
Museo Aurelio Castelli 
Museo Civico 
Museo Bologna-Buonsignori 
Accademia dei Fisiocritici 
I Musei in provincia di Siena 

  Attrazioni turistiche
Cappella di Piazza 
Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia 
Piazza del Campo 

  Il Palio di Siena
Le origini 
Il Palio di Luglio ed il Palio di Agosto 
Le contrade 
I giorni del Palio 
Il drappellone o Palio 
La sera della vigilia del Palio 
Il corteo storico 
La corsa 
Il Santo Patrono e l’Oratorio di ogni contrada 
Appuntamenti settimanali nei rioni a partire dal mese di aprile 

  Itinerari in città
Costarella dei Barbieri (la Mossa) 
Piazza Croce del Travaglio: Banchi di Sopra, Banchi di Sotto e Via di Città 
Via di Città (ex via Galgaria), la strada più elegante di Siena 
Da Piazza del Campo al Duomo per Via di Città 
Le curve di Piazza del Campo 
Il Borgo d’Ovile 
Il Terzo di Camollia – le vie principali 
Il Terzo di S. Martino – le vie principali 
Il Casato di Sopra e il Casato di Sotto 
Il Terzo di Città – Via Stalloreggi, Via S. Quirico 
Il Terzo di Città 
Veduta aerea del Centro Storico 

  cosa Vedere & Fare
Bagno Vignoni - le acque termali 
Bagni San Filippo 
San Casciano dei Bagni 
Chianciano Terme 
Il Senese e le stazioni termali 
Rapolano Terme 

  Monte Amiata
Monte Amiata vacanze per quattro stagioni 
Le scuole di sci monte Amiata 
Impianti risalita Monte Amiata 
WebCam sul Monte Amiata 
Meteo Monte Amiata 

  Speciale - Fuori città
Cofanetti Regalo e Idee per viaggiare 
Montalcino e la terra del Brunello 
Cortona e la Val di Chiana 
Montepulciano: visitiamo il centro storico 
Pienza: visitiamo il centro storico 
La Val d’Orcia ed i suoi principali centri 
Abbazia di Monte Oliveto Maggiore e le Crete 
San Quirico d’Orcia: visitiamo il centro storico 
Le Crete Senesi 
Castellina in Chianti e la via Chiantigiana (fino a Siena) 
I monti del Chianti: il monte Calvo, il monte Luco ed il monte S. Michele 
Dal Castello di Montalto al Castello di Brolio fino al Castello di Meleto 
San Gimignano: visitiamo il centro storico ed i suoi più importanti monumenti 
La Val d’Elsa: Monteriggioni e Colle di Val d’Elsa (il Castello di Piticciano o Colle Nuovo) 
Siena e il Chianti meridionale 

  Prodotti tipici & Artigianato
Artigianato Toscano e Prodotti Tipici della Toscana