Il nostro network: Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi
Mercoledì 26 Aprile 2017
Italiano English

Piazza del Campo

Email this page | Printable
Piazza del Campo è fra gli esempi di architettura civile più suggestivi al mondo, rappresenta idealmente il punto di incontro dei tre colli su cui sorge la città di Siena, in origine la “piazza” era un grande prato, da qui il nome “campo”.


Siena Online Siena - Piazza del Campo
Siena - Piazza del Campo


Risale al 1169 il primo documento che attesta l’acquisto da parte della comunità senese del terreno, il quale, fino al 1270 nell’ambito del governo dei Ventiquattro (1236-1270), viene destinato sia a fiere e mercati sia allo svolgimento di feste pubbliche.
La storia della Piazza si intreccia con quella della costruzione del Palazzo Comunale (o Palazzo Pubblico), è infatti con il governo dei Nove (1287-1355), fra i più stabili dell’Italia comunale, che si comincia a pensare ad una sede “neutra” per il governo della città, la cui costruzione porterà ad una più consona sistemazione della piazza antistante.

La Piazza, di forma semicircolare simile alla valva di una conchiglia, occupa uno spazio complesso, capace di trasformare la naturale irregolarità del terreno in un capolavoro di armonia ed eleganza. I palazzi che vi si affacciano, furono costruiti seguendo una disposizione stabilita fin dal 1297 che imponeva il rispetto di precisi canoni estetici (ricordiamo a questo proposito la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, distrutta perché sporgente al perimetro che i palazzi circostanti stavano delimitando).
La pavimentazione del Campo inizia nel 1327 e termina nel 1349, con i particolari mattoni a “coltello”. La suddivisione della conchiglia ci riporta al primo Trecento (al Governo dei Nove) e nove sono i settori divisi da strisce di pietra bianca (nove come i il numero dei governanti di allora), che accompagnano lo sguardo al Palazzo Pubblico sovrastato dalla Torre del Mangia.

La piazza oggi come nel medioevo, è il centro della città, dove confluiscono le sue principali arterie, posta al confine tra il Terzo di Città e quello di San Martino.
Testimone di tutte le vicende storiche senesi, accolse assemblee di popolo e fu teatro di innumerevoli feste e tornei, dagli antichi giochi dell’Elmora e della Pugna alla corsa delle Bufale. E’ quindi ovvio che ogni anno il 2 luglio e il 16 agosto, vi si corre il Palio, la manifestazione più celebre della città, la corsa dei cavalli preceduta da un corteo storico, che trova nella piazza la sua sede più degna, perché lì si fermano i confini delle 17 contrade. Arrivare in Piazza del Campo nei giorni del Palio significa scoprire un luogo diverso.

La piazza da sempre punto di riferimento, per ogni manifestazione ed evento che interessi la vita pubblica di Siena, diventa una sorta di grande palcoscenico, dai festeggiamenti nel mese di febbraio del Carnevale al Festival organizzato nell’ultima settimana d’agosto dal Comune che porta in piazza il rock, la danza, la musica d’autore, animando la vita notturna di Siena.

 

All'inizio

  Informazioni generali
Siena nell’Antichità 
Siena nel Rinascimento 
Siena nel Medioevo 

  Muoversi in città
Mappa della città 
Autobus 

  Muoversi fuori città
Autobus 
Aeroporto 
Treni 

  Dove dormire
Hotel a Siena e dintorni 
Bed & Breakfasts 
Residenze Storiche 
Agriturismi e Country House 
Residence, Appartamenti 

  OFFERTE & LAST MINUTE
Centro Prenotazioni Siena 
Last minute Siena 

  Dove mangiare e bere
Discoteche 
Ristoranti 
Pub & Wine Bar 

  Istruzione, formazione
Università per Stranieri di Siena 
Università degli Studi 

  Arte e monumenti
Il Duomo – La cattedrale dell’Assunta 
Palazzo Piccolomini e delle Papesse 
Palazzo Chigi-Saracini 
Palazzo d’Elci degli Alessi 
Loggia della Mercanzia  
Palazzo Sansedoni 
Fonte Gaia 
Palazzo Chigi-Zondadari 
La Certosa di Pontignano 
Il borgo di Sovicille 
Il Castello di Belcaro 
Forte di Santa Barbara o Fortezza Medicea 
Il Castello delle Quattro Torri 
La Montagnola Senese 

  Arte e religione
Il Santuario Cateriniano 
Basilica dell’Osservanza 
Oratorio di San Bernardino 
Chiesa di San Francesco 
Santa Caterina da Siena [Caterina Benincasa] 
Il Santuario Cateriniano 
Chiesa di S. Agostino 
La Chiesa di S. Niccolò al Carmine 

  Musei e gallerie
La Pinacoteca Nazionale 
Museo Aurelio Castelli 
Museo Civico 
Museo Bologna-Buonsignori 
Accademia dei Fisiocritici 
I Musei in provincia di Siena 

  Attrazioni turistiche
Cappella di Piazza 
Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia 
Piazza del Campo 

  Il Palio di Siena
Le origini 
Il Palio di Luglio ed il Palio di Agosto 
Le contrade 
I giorni del Palio 
Il drappellone o Palio 
La sera della vigilia del Palio 
Il corteo storico 
La corsa 
Il Santo Patrono e l’Oratorio di ogni contrada 
Appuntamenti settimanali nei rioni a partire dal mese di aprile 

  Itinerari in città
Costarella dei Barbieri (la Mossa) 
Piazza Croce del Travaglio: Banchi di Sopra, Banchi di Sotto e Via di Città 
Via di Città (ex via Galgaria), la strada più elegante di Siena 
Da Piazza del Campo al Duomo per Via di Città 
Le curve di Piazza del Campo 
Il Borgo d’Ovile 
Il Terzo di Camollia – le vie principali 
Il Terzo di S. Martino – le vie principali 
Il Casato di Sopra e il Casato di Sotto 
Il Terzo di Città – Via Stalloreggi, Via S. Quirico 
Il Terzo di Città 
Veduta aerea del Centro Storico 

  cosa Vedere & Fare
Bagno Vignoni - le acque termali 
Bagni San Filippo 
San Casciano dei Bagni 
Chianciano Terme 
Il Senese e le stazioni termali 
Rapolano Terme 

  Monte Amiata
Monte Amiata vacanze per quattro stagioni 
Le scuole di sci monte Amiata 
Impianti risalita Monte Amiata 
WebCam sul Monte Amiata 
Meteo Monte Amiata 

  Speciale - Fuori città
Cofanetti Regalo e Idee per viaggiare 
Montalcino e la terra del Brunello 
Cortona e la Val di Chiana 
Montepulciano: visitiamo il centro storico 
Pienza: visitiamo il centro storico 
La Val d’Orcia ed i suoi principali centri 
Abbazia di Monte Oliveto Maggiore e le Crete 
San Quirico d’Orcia: visitiamo il centro storico 
Le Crete Senesi 
Castellina in Chianti e la via Chiantigiana (fino a Siena) 
I monti del Chianti: il monte Calvo, il monte Luco ed il monte S. Michele 
Dal Castello di Montalto al Castello di Brolio fino al Castello di Meleto 
San Gimignano: visitiamo il centro storico ed i suoi più importanti monumenti 
La Val d’Elsa: Monteriggioni e Colle di Val d’Elsa (il Castello di Piticciano o Colle Nuovo) 
Siena e il Chianti meridionale 

  Prodotti tipici & Artigianato
Artigianato Toscano e Prodotti Tipici della Toscana