Il nostro network: Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi
Domenica 26 Marzo 2017
Italiano English

San Gimignano: visitiamo il centro storico ed i suoi più importanti monumenti

Email this page | Printable
San Gimignano, località in provincia di Siena, sorge sui colli della Val d’Elsa, è nota per le sue torri inconfondibili e visibili fin da lontano, si sviluppò fra il IX e il XII secolo all’incrocio tra la via Francigena e la via Pisana.

Siena Online San Gimignano
San Gimignano


Nel periodo tra III-II secolo a. C. fu abitata dagli Etruschi, intorno al X secolo fu salvata dalle scorribande barbariche di Totila, dal Vescovo di Modena San Gimignano – al quale deve il nome – vissuto nel V secolo d. C., che apparse miracolosamente in cima alle mura del borgo.
Nel 1119 divenne libero comune, retto prima da Consoli poi da un Podestà, la terribile peste del 1348 provocò una grave crisi del paese costringendolo alla sottomissione a Firenze.
La costruzione della cinta muraria, risale al 1251, intorno alla metà del secolo vennero innalzate anche le prime Torri, oggi ne sono presenti 15 ma anticamente erano 72.

Il centro è facilmente visitabile, da Porta San Giovanni ci si immette nella via omonima, costellata da splendidi edifici di epoca due-trecentesca e si arriva in Piazza della Cisterna, così chiamata per la presenza di una cisterna che garantiva l’acqua a tutto il paese, di forma ottagonale fu costruita nel 1273.
Da Piazza della Cisterna si raggiunge Piazza del Duomo, centro del potere religioso e politico con la presenza di Palazzo del Popolo o Palazzo Nuovo del Podestà, oggi sede del Comune di San Gimignano, costruito nel duecento è dominato dalla possente “Torre Grossa” eretta nel 1311 alta 54 metri, visitabile passando dal Museo Civico ospitato all’interno del Palazzo, che conserva dipinti della scuola fiorentina e senese del Duecento e opere del Quattrocento di Pinturicchio, Filippino Lippi e Benozzo Gozzoli.
Il Palazzo nella parte esterna è definito da un coronamento a merli aggiunto nell’Ottocento e da un ballatoio con parapetto chiamato “arengo”.
Il Duomo o Chiesa Collegiata, è un edificio romanico dedicato a Santa Maria Assunta, nel 1460 fu ampliato su disegno di Giuliano da Maiano. All’interno è strutturato su tre navate, presenta un ciclo di affreschi della metà del Trecento di scuola senese e conserva in buono stato affreschi del Ghirlandaio con “Storie di Santa Fina” nella Cappella omonima e sculture di Giuliano e Benedetto da Maiano.

Da Porta San Matteo, percorrendo la via Cellolese si arriva alla Chiesa di Sant’Agostino, in stile romanico-gotico, l’interno è ad una navata con tetto a capriate e tre absidi ogivali. Intorno al 1450 venne costruito il chiostro su commissione di Frà Domenico Strambi.
Di notevole impatto è il dipinto sull’altare maggiore del Pollaiolo, che raffigura “l’Incoronazione della Vergine con Santi” del 1483 e un ciclo di affreschi di Benozzo Gozzoli, nella Cappella Maggiore con episodi della “Vita di Sant’Agostino”, eseguito nel 1464-65. Tra le chiese minori ricordiamo, la Chiesa di Santo Bartolo, la Chiesa di San Jacopo, la Chiesa di San Piero e di San Lorenzo in Ponte. Da non tralasciare sono il Museo d’Arte Sacra che comprende vari oggetti di grande pregio come tele, tavole e frammenti lapidei provenienti da conventi o chiese o dalla Collegiata e il Museo Archeologico nel quale sono raccolti reperti etruschi, romani e medioevali provenienti da scavi nel territorio del comune di San Gimignano.

Rimasto intatto negli anni, questo borgo permette a tutti coloro che lo visitano di fare un affascinante viaggio indietro nel tempo, conosciuto anche per una buona tradizione culinaria con prodotti tipici e di qualità come i salumi o le verdure sott’olio il tutto accompagnato da eccellenti vini, qui si produce il Vin Santo, la Vernaccia di San Gimignano, il Rosso e il Rosato di San Gimignano, tutti vini di qualità certificati dalla Doc.
 

All'inizio

  Informazioni generali
Siena nell’Antichità 
Siena nel Rinascimento 
Siena nel Medioevo 

  Muoversi in città
Mappa della città 
Autobus 

  Muoversi fuori città
Autobus 
Aeroporto 
Treni 

  Dove dormire
Hotel a Siena e dintorni 
Bed & Breakfasts 
Residenze Storiche 
Agriturismi e Country House 
Residence, Appartamenti 

  OFFERTE & LAST MINUTE
Centro Prenotazioni Siena 
Last minute Siena 

  Dove mangiare e bere
Discoteche 
Ristoranti 
Pub & Wine Bar 

  Istruzione, formazione
Università per Stranieri di Siena 
Università degli Studi 

  Arte e monumenti
Il Duomo – La cattedrale dell’Assunta 
Palazzo Piccolomini e delle Papesse 
Palazzo Chigi-Saracini 
Palazzo d’Elci degli Alessi 
Loggia della Mercanzia  
Palazzo Sansedoni 
Fonte Gaia 
Palazzo Chigi-Zondadari 
La Certosa di Pontignano 
Il borgo di Sovicille 
Il Castello di Belcaro 
Forte di Santa Barbara o Fortezza Medicea 
Il Castello delle Quattro Torri 
La Montagnola Senese 

  Arte e religione
Il Santuario Cateriniano 
Basilica dell’Osservanza 
Oratorio di San Bernardino 
Chiesa di San Francesco 
Santa Caterina da Siena [Caterina Benincasa] 
Il Santuario Cateriniano 
Chiesa di S. Agostino 
La Chiesa di S. Niccolò al Carmine 

  Musei e gallerie
La Pinacoteca Nazionale 
Museo Aurelio Castelli 
Museo Civico 
Museo Bologna-Buonsignori 
Accademia dei Fisiocritici 
I Musei in provincia di Siena 

  Attrazioni turistiche
Cappella di Piazza 
Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia 
Piazza del Campo 

  Il Palio di Siena
Le origini 
Il Palio di Luglio ed il Palio di Agosto 
Le contrade 
I giorni del Palio 
Il drappellone o Palio 
La sera della vigilia del Palio 
Il corteo storico 
La corsa 
Il Santo Patrono e l’Oratorio di ogni contrada 
Appuntamenti settimanali nei rioni a partire dal mese di aprile 

  Itinerari in città
Costarella dei Barbieri (la Mossa) 
Piazza Croce del Travaglio: Banchi di Sopra, Banchi di Sotto e Via di Città 
Via di Città (ex via Galgaria), la strada più elegante di Siena 
Da Piazza del Campo al Duomo per Via di Città 
Le curve di Piazza del Campo 
Il Borgo d’Ovile 
Il Terzo di Camollia – le vie principali 
Il Terzo di S. Martino – le vie principali 
Il Casato di Sopra e il Casato di Sotto 
Il Terzo di Città – Via Stalloreggi, Via S. Quirico 
Il Terzo di Città 
Veduta aerea del Centro Storico 

  cosa Vedere & Fare
Bagno Vignoni - le acque termali 
Bagni San Filippo 
San Casciano dei Bagni 
Chianciano Terme 
Il Senese e le stazioni termali 
Rapolano Terme 

  Monte Amiata
Monte Amiata vacanze per quattro stagioni 
Le scuole di sci monte Amiata 
Impianti risalita Monte Amiata 
WebCam sul Monte Amiata 
Meteo Monte Amiata 

  Speciale - Fuori città
Cofanetti Regalo e Idee per viaggiare 
Montalcino e la terra del Brunello 
Cortona e la Val di Chiana 
Montepulciano: visitiamo il centro storico 
Pienza: visitiamo il centro storico 
La Val d’Orcia ed i suoi principali centri 
Abbazia di Monte Oliveto Maggiore e le Crete 
San Quirico d’Orcia: visitiamo il centro storico 
Le Crete Senesi 
Castellina in Chianti e la via Chiantigiana (fino a Siena) 
I monti del Chianti: il monte Calvo, il monte Luco ed il monte S. Michele 
Dal Castello di Montalto al Castello di Brolio fino al Castello di Meleto 
San Gimignano: visitiamo il centro storico ed i suoi più importanti monumenti 
La Val d’Elsa: Monteriggioni e Colle di Val d’Elsa (il Castello di Piticciano o Colle Nuovo) 
Siena e il Chianti meridionale 

  Prodotti tipici & Artigianato
Artigianato Toscano e Prodotti Tipici della Toscana