Il nostro network: Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi
Domenica 26 Marzo 2017
Italiano English

Pienza: visitiamo il centro storico

Email this page | Printable
Nel cuore della Toscana si trova la città di Pienza, situata tra le Valli dell’Orcia e dell’Asso, definita un “piccolo gioiello”, perfetto esempio di architettura e assetto urbanistico rinascimentale, dichiarata dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità.

Siena Online Pienza - via dell'Amore
Pienza - via dell'Amore


Anticamente era un piccolo borgo fortificato, conosciuto con il nome di Corsignano di proprietà della potente famiglia Piccolomini, la sua evoluzione in città ricca e prestigiosa, dipese da un discendente di questa famiglia, Enea Silvio Piccolomini, futuro Papa Pio II, il quale incaricò nel 1459 Bernardo Rossellino uno dei più importanti architetti dell’epoca, collaboratore a Firenze di Leon Battista Alberti, di edificare quella che sarebbe divenuta la sua “città ideale”.

Il 1462 – solo dopo tre anni dall’inizio dei lavori – è l’anno in cui si celebra la nascita della città di Pienza, in una veste – pur rispettando l’originaria struttura di borgo medievale – completamente nuova.
Il centro della città è la Piazza dedicata a Pio II, costruita da Bernardo Rossellino, dalla particolare forma trapezoidale con pavimentazione in mattoni a spina di pesce, sulla quale si affacciano la Cattedrale e i Palazzi Borgia, Piccolomini e Palazzo Comunale.

La Cattedrale, con il campanile di forma ottagonale, sorge lungo il lato di base del trapezio, sembra quasi sporgere in avanti con la sua imponente facciata in travertino, al centro del timpano è presente lo stemma dei Piccolomini, probabilmente eseguito da maestranze senesi.
L’interno è suddiviso in tre navate, molto illuminate per la presenza di grandi vetrate gotiche, si possono ammirare alcune Pale d’Altare realizzate da artisti di scuola senese, tra questi ricordiamo Matteo di Giovanni e Lorenzo di Pietro (detto il “Vecchietta”), mentre nella cripta si trovano frammenti scultorei, appartenenti all’antica chiesa romanica di S. Maria ed un tabernacolo opera di Bernardo Rossellino.

Alla destra della Cattedrale, si erge Palazzo Piccolomini, abitazione privata di Papa Pio II, uno degli edifici più importanti realizzati da Rossellino. La parte meridionale del Palazzo, è costituita da tre loggiati sovrapposti, da cui si può ammirare lo splendido panorama della Val d’Orcia. Al primo piano, sede del Museo artistico, sono conservate nelle varie sale, diverse pitture che raffigurano i membri della famiglia Piccolomini, opere del XVIII secolo realizzate da artisti di scuola napoletana, di particolare interesse la Sala delle Armi con una ricca collezione di alabarde, staffe e armature e la Biblioteca nella quale sono conservati documenti vari e libri rari.

Alla sinistra della Cattedrale, si trova Palazzo Borgia, così chiamato perché donato da Papa Pio II al Cardinale Rodrigo Borgia, futuro Papa Alessandro VI. L’edificio era l’antico Palazzo Pretorio, oggi è sede del Museo Diocesano, presenta 11 sale nelle quali sono esposte opere di scuola senese del periodo tra il XIII e XVIII secolo, tra cui il Piviale di Pio II.
Segue Palazzo Comunale, costruito dopo il 1462, che si distingue per la bassa e grossa torre, per il cortile caratterizzato da un loggiato con colonne in travertino e per le esili finestre bifore presenti sulla facciata. Oggi il Palazzo è sede del Comune di Pienza.
Tra gli edifici religiosi, il più importante è la Chiesa di San Francesco della seconda metà del XIII secolo, ha un bel portale gotico, l’interno è ad un'unica navata, con le pareti affrescate da episodi della vita di San Francesco, anche l’abside presenta affreschi con immagini francescane, eseguite da Cristoforo di Bindoccio e Meo di Pero.

Pienza si caratterizza di strade e vie dai nomi molto particolari, la strada principale è Corso Rossellino e porta il nome del grande architetto-urbanista, parallela al Corso è Via del Casello, molto romantica per le sue traverse strette e in ombra, come Via dell’Amore, Via della Fortuna, Via del Bacio e Via Buia.
 

All'inizio

  Informazioni generali
Siena nell’Antichità 
Siena nel Rinascimento 
Siena nel Medioevo 

  Muoversi in città
Mappa della città 
Autobus 

  Muoversi fuori città
Autobus 
Aeroporto 
Treni 

  Dove dormire
Hotel a Siena e dintorni 
Bed & Breakfasts 
Residenze Storiche 
Agriturismi e Country House 
Residence, Appartamenti 

  OFFERTE & LAST MINUTE
Centro Prenotazioni Siena 
Last minute Siena 

  Dove mangiare e bere
Discoteche 
Ristoranti 
Pub & Wine Bar 

  Istruzione, formazione
Università per Stranieri di Siena 
Università degli Studi 

  Arte e monumenti
Il Duomo – La cattedrale dell’Assunta 
Palazzo Piccolomini e delle Papesse 
Palazzo Chigi-Saracini 
Palazzo d’Elci degli Alessi 
Loggia della Mercanzia  
Palazzo Sansedoni 
Fonte Gaia 
Palazzo Chigi-Zondadari 
La Certosa di Pontignano 
Il borgo di Sovicille 
Il Castello di Belcaro 
Forte di Santa Barbara o Fortezza Medicea 
Il Castello delle Quattro Torri 
La Montagnola Senese 

  Arte e religione
Il Santuario Cateriniano 
Basilica dell’Osservanza 
Oratorio di San Bernardino 
Chiesa di San Francesco 
Santa Caterina da Siena [Caterina Benincasa] 
Il Santuario Cateriniano 
Chiesa di S. Agostino 
La Chiesa di S. Niccolò al Carmine 

  Musei e gallerie
La Pinacoteca Nazionale 
Museo Aurelio Castelli 
Museo Civico 
Museo Bologna-Buonsignori 
Accademia dei Fisiocritici 
I Musei in provincia di Siena 

  Attrazioni turistiche
Cappella di Piazza 
Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia 
Piazza del Campo 

  Il Palio di Siena
Le origini 
Il Palio di Luglio ed il Palio di Agosto 
Le contrade 
I giorni del Palio 
Il drappellone o Palio 
La sera della vigilia del Palio 
Il corteo storico 
La corsa 
Il Santo Patrono e l’Oratorio di ogni contrada 
Appuntamenti settimanali nei rioni a partire dal mese di aprile 

  Itinerari in città
Costarella dei Barbieri (la Mossa) 
Piazza Croce del Travaglio: Banchi di Sopra, Banchi di Sotto e Via di Città 
Via di Città (ex via Galgaria), la strada più elegante di Siena 
Da Piazza del Campo al Duomo per Via di Città 
Le curve di Piazza del Campo 
Il Borgo d’Ovile 
Il Terzo di Camollia – le vie principali 
Il Terzo di S. Martino – le vie principali 
Il Casato di Sopra e il Casato di Sotto 
Il Terzo di Città – Via Stalloreggi, Via S. Quirico 
Il Terzo di Città 
Veduta aerea del Centro Storico 

  cosa Vedere & Fare
Bagno Vignoni - le acque termali 
Bagni San Filippo 
San Casciano dei Bagni 
Chianciano Terme 
Il Senese e le stazioni termali 
Rapolano Terme 

  Monte Amiata
Monte Amiata vacanze per quattro stagioni 
Le scuole di sci monte Amiata 
Impianti risalita Monte Amiata 
WebCam sul Monte Amiata 
Meteo Monte Amiata 

  Speciale - Fuori città
Cofanetti Regalo e Idee per viaggiare 
Montalcino e la terra del Brunello 
Cortona e la Val di Chiana 
Montepulciano: visitiamo il centro storico 
Pienza: visitiamo il centro storico 
La Val d’Orcia ed i suoi principali centri 
Abbazia di Monte Oliveto Maggiore e le Crete 
San Quirico d’Orcia: visitiamo il centro storico 
Le Crete Senesi 
Castellina in Chianti e la via Chiantigiana (fino a Siena) 
I monti del Chianti: il monte Calvo, il monte Luco ed il monte S. Michele 
Dal Castello di Montalto al Castello di Brolio fino al Castello di Meleto 
San Gimignano: visitiamo il centro storico ed i suoi più importanti monumenti 
La Val d’Elsa: Monteriggioni e Colle di Val d’Elsa (il Castello di Piticciano o Colle Nuovo) 
Siena e il Chianti meridionale 

  Prodotti tipici & Artigianato
Artigianato Toscano e Prodotti Tipici della Toscana