Il nostro network: Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi
Giovedì 31 Luglio 2014
Italiano English

Fonte Gaia

Email this page | Printable
Nella parte alta di Piazza del Campo, spicca il gioiello della Fonte Gaia, realizzata da Jacopo della Quercia intorno al 1419, sul luogo dove già dal 1346 una fontana faceva sgorgare l’acqua che, attraverso 25 chilometri di gallerie sotterranee ancora esistenti (i Bottini, antico acquedotto medievale, caratterizzato da splendidi cunicoli che devono il loro nome alla particolare forma che ricorda una botte), giungeva in città dal territorio circostante.

Siena Online Siena - Fonte Gaia
Siena - Fonte Gaia


Il nome Fonte Gaia, le fu dato per ricordare i grandi festeggiamenti nella comunità senese quando, per la prima volta videro arrivare l’acqua in quel luogo. L’opera fu commissionata a Jacopo della Quercia dal Comune nel 1409, ma la sua esecuzione – piuttosto lunga – si effettuò dal 1414 al 1419, questo ritardo dipese dal fatto che lo scultore era impegnato in questi anni anche a Lucca, per la realizzazione di alcune sculture per la cappella della famiglia Trenta in San Frediano (si tratta di due lastre tombali di Lorenzo Trenta e della moglie).
Jacopo concepì la fonte ispirandosi alla tradizionale struttura delle fonti pubbliche senesi del Medioevo, assume le sembianze di un grande altare in marmo, si costituisce di un bacino rettangolare circondato da tre parti da un alto parapetto, di cui i lati corti recano a bassorilievo la Creazione di Adamo e la Cacciata dall’Eden invece sui pilastri anteriori, due statue femminili rappresentanti, secondo la tradizione, Rea Silvia e Acca Larenzia, in omaggio alle mitiche origine romane della città, mentre nel lato più lungo domina al centro, la Madonna col Bambino circondata dalle allegorie delle Virtù.
Le sculture pur essendo molto deteriorate testimoniano ancora l’originalità e la grande potenza del linguaggio di Jacopo della Quercia, attraverso la linea che diviene strumento essenziale di sintesi e di movimento.

Siena Online Siena - Fonte Gaia
Siena - Fonte Gaia


A metà del XIX secolo, le condizioni della fonte erano molto compromesse, si decise quindi di sostituire l’opera di Jacopo con una copia, affidando l’incarico nel 1858 a Tito Sarrocchi che la completò nel 1869, priva delle due statue dei pilastri terminali, mentre ciò che resta dell’originale si conserva nella Loggia di Palazzo Pubblico.
Negli anni Novanta del secolo scorso, ebbe inizio il progetto di restauro dell’opera. L’iniziativa è stata promossa dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, in collaborazione con il Comune di Siena e con le Sovrintendenze dei Beni Architettonici e Ambientali e Artistici e Storici di Siena. I Lavori prevedono inizialmente, una fase diagnostica molto accurata, per poi passare al restauro dei singoli pezzi che successivamente saranno rimontati entro una struttura rinnovata.
 

  Informazioni generali
Siena nell’Antichità 
Siena nel Rinascimento 
Siena nel Medioevo 

  Muoversi in città
Mappa della città 
Autobus 

  Muoversi fuori città
Autobus 
Aeroporto 
Treni 

  Dove dormire
Hotel a Siena e dintorni 
Bed & Breakfasts 
Residenze Storiche 
Agriturismi e Country House 
Residence, Appartamenti 

  OFFERTE & LAST MINUTE
Centro Prenotazioni Siena 
Last minute Siena 


Agriturismo La Selva Siena

  Dove mangiare e bere
Discoteche 
Ristoranti 
Pub & Wine Bar 

  Istruzione, formazione
Università per Stranieri di Siena 
Università degli Studi 

  Arte e monumenti
Il Duomo – La cattedrale dell’Assunta 
Palazzo Piccolomini e delle Papesse 
Palazzo Chigi-Saracini 
Palazzo d’Elci degli Alessi 
Loggia della Mercanzia  
Palazzo Sansedoni 
Fonte Gaia 
Palazzo Chigi-Zondadari 
La Certosa di Pontignano 
Il borgo di Sovicille 
Il Castello di Belcaro 
Forte di Santa Barbara o Fortezza Medicea 
Il Castello delle Quattro Torri 
La Montagnola Senese 

  Arte e religione
Il Santuario Cateriniano 
Basilica dell’Osservanza 
Oratorio di San Bernardino 
Chiesa di San Francesco 
Santa Caterina da Siena [Caterina Benincasa] 
Il Santuario Cateriniano 
Chiesa di S. Agostino 
La Chiesa di S. Niccolò al Carmine 

  Musei e gallerie
La Pinacoteca Nazionale 
Museo Aurelio Castelli 
Museo Civico 
Museo Bologna-Buonsignori 
Accademia dei Fisiocritici 
I Musei in provincia di Siena 

  Attrazioni turistiche
Cappella di Piazza 
Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia 
Piazza del Campo 

  Speciale - Fuori città
Montalcino e la terra del Brunello 
Cortona e la Val di Chiana 
Montepulciano: visitiamo il centro storico 
Pienza: visitiamo il centro storico 
La Val d’Orcia ed i suoi principali centri 
Abbazia di Monte Oliveto Maggiore e le Crete 
San Quirico d’Orcia: visitiamo il centro storico 
Le Crete Senesi 
Castellina in Chianti e la via Chiantigiana (fino a Siena) 
I monti del Chianti: il monte Calvo, il monte Luco ed il monte S. Michele 
Dal Castello di Montalto al Castello di Brolio fino al Castello di Meleto 
San Gimignano: visitiamo il centro storico ed i suoi più importanti monumenti 
La Val d’Elsa: Monteriggioni e Colle di Val d’Elsa (il Castello di Piticciano o Colle Nuovo) 
Siena e il Chianti meridionale 
Escursione: percorriamo l’antica Via Francigena 


  Il Palio di Siena
Le origini 
Il Palio di Luglio ed il Palio di Agosto 
Le contrade 
I giorni del Palio 
Il drappellone o Palio 
La sera della vigilia del Palio 
Il corteo storico 
La corsa 
Il Santo Patrono e l’Oratorio di ogni contrada 
Appuntamenti settimanali nei rioni a partire dal mese di aprile 

  Itinerari in città
Costarella dei Barbieri (la Mossa) 
Piazza Croce del Travaglio: Banchi di Sopra, Banchi di Sotto e Via di Città 
Via di Città (ex via Galgaria), la strada più elegante di Siena 
Da Piazza del Campo al Duomo per Via di Città 
Le curve di Piazza del Campo 
Il Borgo d’Ovile 
Il Terzo di Camollia – le vie principali 
Il Terzo di S. Martino – le vie principali 
Il Casato di Sopra e il Casato di Sotto 
Il Terzo di Città – Via Stalloreggi, Via S. Quirico 
Il Terzo di Città 
Veduta aerea del Centro Storico 

  cosa Vedere & Fare
Bagno Vignoni - le acque termali 
Bagni San Filippo 
San Casciano dei Bagni 
Chianciano Terme 
Il Senese e le stazioni termali 
Rapolano Terme 

  Monte Amiata
Monte Amiata vacanze per quattro stagioni 
Le scuole di sci monte Amiata 
Impianti risalita Monte Amiata 
WebCam sul Monte Amiata 
Meteo Monte Amiata 

  Shopping
Abbigliamento 
Accessori abbigliamento 
Agenzie di Viaggio 
Agenzie Immobiliari 
Antiquariato 
Arredamento e oggetti per la casa 
Arte 
Articoli sportivi 
Bar e Pasticcerie 
Bellezza e cura per il corpo 
Calzature 
Cambio Valuta 
Edicole, Cartolerie e Librerie 
Elettronica ed Elettrodomestici 
Enoteche 
Farmacie ed Erboristerie 
Fiori e piante 
Foto e ottica 
Gastronomia 
Gioielli ed orologi 
Grandi Magazzini 
Internet point - Phone Center 
Lavanderie 
Musica, CD, DVD 
Oggettistica varia e gadgets 
Pizzerie e Ristoranti 
Pub 
Tipografie e Fotocopisterie 
Shopping a Siena ed in Toscana 

  Prodotti tipici & Artigianato
Artigianato Toscano e Prodotti Tipici della Toscana